Feb 02
16
Statuto Variazioni 2009
Promotore artistico PDF Stampa E-mail
CAPO I°
DENOMINAZIONE – SEDE – SCOPO
Art.  1 - E’ costituita la libera Associazione denominata “PIERLUIGI DA PALESTRINA”
a. L’Associazione ha sede in Collesano in via Ospedale n.6.
b. Il Consiglio Direttivo, in relazione alle esigenze dell’attività dell’Associazione, può istituire e/o sopprimere sedi secondarie e sezioni in altre Città, e può variare l’indirizzo, purché nell’ambito del Comune ove, per come anzidetto, è fissata la sua sede.

Art.  2 - L’Associazione si propone di organizzare in Collesano una Banda Musicale, e inoltre:
a. sviluppare l'associazionismo e il volontariato musicale;
b. favorire il miglioramento e l’incremento dell’attività didattica aprendo a tutti e particolarmente ai giovani, mediante l'organizzazione di corsi, scuole, seminari, stage di musica;
c. favorire la presenza musicale a manifestazioni civili, religiose, patriottiche, folcloristiche, sociali, promosse dalla stessa o da enti pubblici o privati, comitati e associazioni che ne richiedano la presenza stessa;
d. organizzare e realizzare, anche per conto di terzi, manifestazioni, rassegne, concorsi, sia nazionali che internazionali;
e. incentivare scambi culturali, gemellaggi musicali con gruppi italiani e stranieri;
f. realizzare iniziative pubblicistiche nei settori della cultura, della didattica e tecnica musicale; l'edizione e la distribuzione di riviste, bollettini, usufruendo di mezzi e procedimenti tecnici idonei;
g. collaborare con enti pubblici e privati, associazioni culturali, sportive, con consorzi, cooperative che perseguono scopi e finalità affini; ed aderire ad organismi nazionali e internazionali che abbiano similari obiettivi;
h. promuovere e/o gestire ogni altra iniziativa, ritenuta idonea al raggiungimento degli obiettivi sociali; il tutto nella propria realtà e dovunque se ne renda utile e necessaria la presenza.
i. promuovere iniziative pubbliche  e private nei campi della cultura della storia, della didattica e tecnica musicale, nonché la produzione, la stampa e la diffusione, attraverso qualunque mezzo di produzione tecnica ritenuto idoneo, di partiture, trascrizioni, composizioni, filmati, CD e anche con la promozione, istituzione e/o gestione di centri dedicati e musei;
j. curare l’edizione e la distribuzione di riviste, bollettini, notiziari a carattere associativo, didattico, di cultura musicale e incremento turistico e artistico in genere;
k. organizzare attività concertistiche anche con la realizzazione di cartelloni concertistici stagionali e/o annuali, da effettuare in teatri, saloni, scuole, piazze e in ogni luogo idoneo, anche in collaborazione o con la sovvenzione o il patrocinio di enti pubblici e privati;
l. curare la formazione, l’organizzazione e/o la realizzazione di gruppi musicali, bands, big bands, orchestre di fiati e similari per la diffusione della musica e delle attività culturali, sociali e artistiche per migliorare la sensibilità musicale e l’amore per l’arte in genere di soci e non soci in specie giovani.

L’Associazione potrà, inoltre, compiere ogni operazione finanziaria, mobiliare, immobiliare, commerciale  che si rendesse necessaria, o anche semplicemente, utile per il  proseguimento dell’oggetto sociale di cui sopra.

Art. 3 - L’Associazione è rigorosamente apolitica, apartitica, democratica e non si propone fini di  lucro; gli eventuali contributi che riceverà da parte di Enti pubblici e/o privati e gli eventuali introiti dovuti all’attività ordinaria, saranno destinati alla realizzazione degli scopi sociali.

CAPO II°
DURATA - PATRIMONIO – ESERCIZI SOCIALI
Art.  4 - L’Associazione ha durata illimitata.
Art.  5 - Il Patrimonio è costituito:
a. beni mobili e immobili che diverranno di proprietà dell’Associazione
b. da eventualiv fondi di riserva costituiti con l’eccedenza di bilancio;
c. da eventuali erogazioni, donazioni, e lasciti;
d. dalle quote sociali di ammissione e da quelle annuali il cui importo sarà determinato dal Consiglio Direttivo;
e. dall’utile derivante dalla pubblicazione di riviste e/o altre opere e da quello derivante da  corsi, seminari, convegni, o partecipazione a essi;
f.  da ogni altro introito che concorra ad incrementare l’attivo sociale.

Art.  6 - L’esercizio finanziario chiude il 31 dicembre di ogni anno. Entro 30 giorni dalla fine di ogni esercizio, verranno predisposti dal Consiglio direttivo il bilancio consuntivo e quello preventivo dell’ esercizio successivo.
a. è vietato distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi di riserva o capitali durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.
b. la quota associativa è intrasmissibile e non è rivalutabile.

CAPO III°
SOCI  - ORGANI - CARICHE

Art. 7 - Possono far parte dell’Associazione tutti coloro (persone fisiche e/o giuridiche, Enti e/o Corpi Morali) che svolgono attività o che abbiano una qualifica analoga, attinente o, comunque, connessa agli scopi dell’Associazione. Possono inoltre essere ammessi a soci coloro i quali si affacciano per la prima volta alla conoscenza musicale.

Art. 8 - Chi desidera diventare socio deve presentare domanda di ammissione al Consiglio Direttivo e dovrà versare, nel caso in cui tale domanda venga accettata, la quota di associazione, che verrà annualmente stabilita dal Consiglio Direttivo medesimo.

Art. 9 - La qualifica di socio si perde quando l’attività professionale non viene svolta da almeno un triennio. L’accertamento relativo avviene ogni tre anni e mezzo con la revisione da effettuarsi con la stessa procedura prevista per le nuove iscrizioni. Il mancato pagamento delle quote associative per due anni consecutivi, comporta la decadenza automatica della qualifica di socio. La qualità di socio si perde per decesso o per dimissioni.
Oltre che nei casi previsti dalla legge, l’Assemblea dei soci, può escludere il socio nei seguenti casi:

a. che in qualunque modo danneggia moralmente e materialmente l’Associazione, oppure fomenta dissidi e disordini fra gli associati;
b.che non osserva le disposizioni contenute nello statuto o nei regolamenti interni, oppure le deliberazioni legalmente prese dagli organi sociali competenti;
c. che, senza giustificato motivo, non adempie agli obblighi assunti nei confronti dell’Associazione.

Art.10 - I soci possono essere:
-  Allievi
-  Ordinari
-  Onorari

a. sono soci Allievi coloro i quali, fino all’età di 18 anni, regolarmente iscritti frequentano i corsi di istruzione musicali e partecipano alle manifestazioni musicali.
b. sono soci Ordinari coloro i quali, maggiorenni, regolarmente iscritti, partecipano alle manifestazioni musicali ed ai concerti.
c. sono soci Onorari, (senza diritto di voto attivo e passivo), coloro ai quali il Consiglio Direttivo conferisce l'appartenenza ad Honorem all'Associazione per particolari meriti culturali, artistici, musicali, sociali, umanitari, benevoli.

Art.11 - Gli organi dell’Associazione sono:
a. l’assemblea dei soci;
b. il Consiglio Direttivo;
c. l’Ufficio di Presidenza;
d. il Collegio dei Revisori dei conti.

Art.12 - Le cariche dell’Associazione sono:
a. il Presidente;
b. il Vice Presidente;
c. il Segretario
d. il Tesoriere;
e. i Consiglieri;
f.  il Collegio dei Revisori dei conti;
g. il Presidente del Collegio.

Le cariche sociali non sono retribuite, hanno durata di tre anni e scadono comunque con il mandato consiliare, i loro titolari possono essere rieletti.

CAPO IV°
L’ASSEMBLEA DEI SOCI
Art.13 - Fanno parte dell’Assemblea i Soci fondatori ed ordinari. Essa esprime l’indirizzo dell’Associazione, si riunisce annualmente per approvare il bilancio consuntivo e preventivo ed elegge il Consiglio Direttivo.
In sede straordinaria essa espleta tutti i compiti previsti dalla legge per tali connessi. L’Assemblea va convocata con avviso inviato con lettera e con avviso affisso presso la sede sociale almeno dieci giorni prima della data della adunanza, nel quale avviso potrà essere indicata anche la data della seconda convocazione. Il Presidente dell’Associazione è anche Presidente dell’Assemblea.

a. tutti i soci hanno diritto di partecipare alle assemblee con diritto di voto.

Art.14 - Per poter partecipare all’Assemblea con diritto di voto, è necessario essere in regola con il versamento delle quote sociali.
a. nessun Socio potrà essere rappresentato da altri. Vale l’eleggibilità libera degli organi amministrativi e direttivi ed il principio del voto singolo.
b.disciplina uniforme del Rapporto associativo e delle modalità associative volte a garantire l’effettività del rapporto medesimo senza limiti temporali e con diritto di voto.

Art.15 - All’Assemblea compete:
a. approvare i bilanci e modificare lo statuto;
b. stabilire le direttive generali dell’Attività dell’Associazione;
c. discutere e deliberare sulla relazione del Presidente e sugli argomenti dell’Ordine del giorno;
d. eleggere il Consiglio Direttivo;
e. eleggere i Revisori dei Conti;
f.  decidere sulla relazione morale e finanziaria del Consiglio Direttivo;
g. ha l’obbligo di redigere e di approvare annualmente un rendiconto economico e finanziario in conto preventivo e consuntivo di ogni esercizio finanziario.

Art.16- Le elezioni avvengono a maggioranza relativa; in caso di parità di voti, sarà eletto il candidato avente maggiore anzianità di iscrizione all’Associazione; a parità di tale anzianità, sarà eletto il candidato più anziano di età.
L’Assemblea, a maggioranza qualificata, decide sulla radiazione dei soci che violino lo statuto.
L’Assemblea stabilisce la destinazione dei beni allo scioglimento dell’Associazione.
Le Assemblee sono validamente costituite e deliberano, salvo quanto sopra indicato, con le maggioranze previste nell’articolo ventuno del Codice Civile – 1^ parte.


CAPO V°
CONSIGLIO DIRETTIVO
Art.17-  L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da un minimo di tre ad un massimo di sette membri, eletti dall’Assemblea dei soci per una durata di tre anni.
Ad esso compete la gestione dell’attività dell’Associazione e, in particolare, la decisione sull’ammissibilità dei soci.
I componenti il Direttivo eleggono tra loro il Presidente, il Vice-Presidente, il Segretario, e il Tesoriere, ove a tali nomine non abbia provveduto l’Assemblea dei soci. Ne fa parte a titolo consultivo il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti. In caso di dimissioni o di decesso di un consigliere, il Consiglio, alla prima riunione, provvede alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima assemblea annuale. Ciascun componente del Consiglio Direttivo, rappresenta gli interessi generali dell’Associazione, ed esercita la sua funzione senza vincolo di mandato.


Art.18- Il Consiglio Direttivo è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione senza limitazione alcuna. Esso procede pure alla nomina dei dipendenti ed impiegati, determinandone la retribuzione e compila il regolamento per il funzionamento dell’Associazione, la cui osservanza è obbligatoria per tutti gli associati.

Art.19-  Al Consiglio Direttivo compete inoltre:
a. realizzare le deliberazioni dell’Assemblea;
b. impartire, tra un’assemblea e l’altra, le direttive generali per il conseguimento delle finalità statuarie e per l’attività dell’Associazione;
c. proporre le modifiche al presente statuto;
d. predisporre i bilanci dell’Associazione;
e. convocare l’assemblea ordinaria e straordinaria dei soci, fissandone la data, il luogo e l’ordine del giorno;
f.  irrogare i provvedimenti disciplinari e proporre all’assemblea la radiazione dei soci che violino lo statuto;
g. determinare le quote di associazione e quelle annuali di partecipazione.
h.  redigere  il regolamento interno;

Art.20-  Il Consiglio Direttivo si riunisce in via ordinaria almeno ogni due mesi su convocazione del Presidente che ne fissa l’ordine del Giorno; può inoltre riunirsi in via straordinaria per iniziativa del Presidente o di un terzo dei suoi componenti. Il Consiglio Direttivo si intende validamente con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Le riunioni del Consiglio Direttivo sono presiedute dal Presidente e in caso di assenza od impedimento dal Vice-Presidente.

Art.21 - Le votazioni del Consiglio Direttivo avvengono per alzata di mano; per le elezioni delle cariche sociali e per la irrogazione di sanzioni, si vota a scrutinio segreto.


CAPO  VI°
PRESIDENTE - VICE PRESIDENTE
SEGRETARIO - ECONOMO
Art.22-  Al Presidente, e in caso di sua assenza e impedimento, al Vice-Presidente competono:

a. attuare gli indirizzi e le direttive di attività fissate dall’Assemblea dei soci e dal Consiglio Direttivo;
b. esercitare ogni atto necessario al buon funzionamento dell’Associazione;
c. assegnare incarichi speciali ai membri del Consiglio;
d. curare i rapporti con il pubblici poteri e con gli Enti ed Organismi professionali, economici e sindacali interessati ai settori di competenza dell’Associazione
e. curare la gestione amministrativa dell’Associazione, anche a firme disgiunte.
f.  rappresentare legalmente l’Associazione di fronte a terzi ed in giudizio;
g. incassare, anche con firme disgiunte, somme di denaro provenienti all’Associazione a qualsiasi titolo, da Enti Pubblici e/o privati.

Art.23 – II Segretario:
a. redige i verbali ed è il responsabile di tutto il materiale d’ufficio e di cancelleria nonché di tutte le attrezzature ed i macchinari d’ufficio;
b. assolve i compiti di segreteria dell'Associazione ed esplica tutte le attività inerenti il funzionamento dell'associazione;
c. cura il tesseramento e provvede all'aggiornamento del registro soci;
d. provvede alla stesura dei verbali delle sedute dell'assemblea e del Consiglio Direttivo e firma i verbali delle assemblee.

Art.24- L’Economo  o cassiere cura la riscossione delle entrate e il pagamento delle spese custodendo i libri contabili in uso e le relative giustificazioni amministrative ordinarie e fiscali. Esegue i pagamenti su ordinativi firmati dal Presidente o da coloro che ne fanno le veci e da lui controfirmati. Riscuote le somme per conto della Presidenza dell’associazione. Inoltre cura il patrimonio dell’associazione. Risponde personalmente di tutto quanto gli viene affidato.


CAPO VII°
COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
Art.25-  Il Collegio dei Revisori, che ha il compito previsto dal Codice Civile, è composto da cinque membri, eletti dall’Assemblea dei soci, anche tra i non soci. Il Collegio nomina nel suo seno, un Presidente. Il Collegio resta in carica per la stessa durata del Consiglio Direttivo.

CAPO VIII°
SCIOGLIMENTO
Art.26 - In caso di estinzione o scioglimento dell’Associazione, i beni della stessa verranno attribuiti ad una associazione o ad un ente, scelti dall’Assemblea avente fini analoghi a quelli dell’Associazione stessa.

CAPO IX°
CONTROVERSIE E RINVIO
Art.27 - Tutte le eventuali controversie sociali tra i soci e tra questi e l’Associazione o i suoi organi, saranno sottoposte, con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di tre Probiviri da nominarsi dall’Assemblea; essi giudicheranno ex bono et equo e senza formalità di procedura. Il loro lodo sarà inappellabile.

Art. 28 - Per quanto non  previsto nel presente Statuto, si rinvia alle norme che la legge detta in materia.


Collesano, 01 Febbraio 2009

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser se ne accettano le condizioni. Per maggiori informazioni sulla Privacy Cookie clicca qui.